#Svizzera: Berna, la capitale silenziosa, regno degli orsi e delle fontane.

Postato il Aggiornato il

559909_10151931242917523_1480166006_n
Berna fotografata dalla zona della Fossa degli Orsi

Una delle ragioni che ha reso Berna graziosissima ai miei occhi è stato vederla incorniciata dal fiume Aar. L’immagine era decisamente poetica

L’ho visitata durante uno dei miei On The Road dai ritmi un po’ folli, qualche inverno fa (nel 2014 per l’esattezza). Siamo partiti in auto dall’Italia un venerdì e tornati la domenica sera, dopo aver visitato oltre a Berna, anche Zurigo e Lucerna (ma di queste ultime vi racconterò in un altro momento magari). 🙂

Berna è stata una piacevole sorpresa. Anche perché si è rivelata una capitale un po’ diversa dalle altre che ho visitato. Quando ne visito una, di solito, immagino una città piena di caos (per quanto in alcune di esse sia un caos decisamente organizzato), o almeno una città un po’ frenetica in quanto centro nevralgico del Paese.

Berna, invece, mi ha dato la sensazione opposta, al punto che uno dei primi aggettivi che mi viene in mente per definirla è silenziosa (cosa che non assocerei mai a una capitale!). Il mio definirla silenziosa non è in senso negativo, anzi! È pìacevolmente silenziosa, ha un’atmosfera che mi è sembrata quasi surreale per essere la capitale della Svizzera. Paragonandola a Zurigo, per esempio, Berna mi è sembrata la sorellina tranquilla.

È graziosissimo passeggiare per il centro e vedere tanti filobus che ti passano accanto senza fare il minimo rumore (tanto che se non si sta attenti non li si sente nemmeno arrivare!). A terra, in pieno centro, le strade sono un affascinante intreccio di rotaie basse. I filobus si incrociano in un sincronismo perfetto che mi ha affascinata da morire!

Mi sono fermata più di una volta ad osservarli: sembrano gli ingranaggi perfetti di un orologio svizzero. 😀

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un’altra cosa particolarissima del centro storico di Berna sono i locali e i negozi del sottosuolo. In pratica, passeggiando per la via principale, attraversata dai porticati che portano alla famosa Torre dell’Orologio, a destra e a sinistra della strada, i negozi sono su due differenti livelli. Ci sono quelli ad altezza normale e quelli che sono ubicati in una sorta di scantinati. In pratica, ad ogni numero civico, c’è il negozio di sopra e quello di sotto, che non hanno nulla a che fare l’uno con l’altro (in realtà non so come funzionino i numeri civici ma spero di render l’idea!).

Quando sono chiusi, senza saperlo, si potrebbe supporre che siano cantine… invece quando aprono le ante, compaiono delle scale che portano all’entrata del negozio o del bar (a seconda dei casi). È come un mondo sotterraneo che esce allo scoperto all’improvviso! Non avevo mai visto una cosa così! Ce ne sono tanti lungo la strada.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un altro particolare che attira l’attenzione lungo la passeggiata verso la Zytglogge (la torre dell’orologio), sono le fontane rinascimentali (i filobus ci passano accanto perché sono al centro della strada spesso).

1003922_10151931231337523_2092396613_n
Filobus che passa accanto a una fontana nel centro storico di Berna

Sono tutte diverse perché cambia la figura allegorica protagonista di ciascuna di esse. La più famosa è quella che ritrae un orco che mangia bambini (si trova dopo la torre dell’orologio, andando verso destra, se la memoria mi assiste!). In ogni caso, sono tutte molto particolari.

1501768_10151931231132523_1670917451_n
Fontana dell’orco a Berna

La famosa Torre dell’Orologio è bassina ma totalmente in sintonia con il centro della città secondo me (non la immagino una torre troppo alta lì). Mi è piaciuto molto.

1601255_10151931227322523_710692291_n
Torre dell’orologio – Berna

Dimenticavo… Berna è chiamata la città degli orsi (se ne trovano riproduzioni un po’ ovunque in città), perché, secondo una leggenda, il fondatore della città uccise un orso vicino al fiume, proprio dove ancor oggi sorge la città di Berna.

Il nome Bern sembra derivi infatti dalla parola Bär, ovvero orso. L’orso è raffigurato perfino sullo stemma cittadino. All’inizio del centro storico, prima di addentrarvisi, vi è una “fossa” dove in teoria vive una famiglia di orsi. Io non li ho visti (probabilmente erano nascosti da qualche parte).

Sembra che in passato gli orsi venissero allevati come portafortuna durante le guerre. Per questa ragione fu costruito una sorta di alloggio per ospitarli, che col tempo è diventato la famosa fossa degli orsi, che si trova proprio accanto a uno dei ponti più antichi di Berna, il Nydeggbrücke.

1515023_10151931239432523_1282225357_n
Fossa degli orsi – Berna

Un appunto pratico. Ricordo che la macchina andava parcheggiata fuori dal centro storico ma il parcheggio aveva un limite di tempo. Noi a metà visita fummo costretti a rifarci tutto il centro per comprare un nuovo biglietto e continuare a girare… una cosa decisamente poco comoda! Non so se è ancora così, ma in quel caso consiglierei di trovare un modo per lasciare la macchina più lontana dal centro e prendere un mezzo di trasporto che vi porti nel centro storico (tanto funzionano benissimo da quel che ricordo!).

1544418_10151931239372523_1625731900_n
Berna dall’alto

5 pensieri riguardo “#Svizzera: Berna, la capitale silenziosa, regno degli orsi e delle fontane.

    pikaciccio ha detto:
    15 giugno 2017 alle 6:34

    A natale e qualcosa di unico

    Liked by 1 persona

      Se puoi sognarlo, puoi farlo ha risposto:
      16 giugno 2017 alle 23:55

      Io ci sono stata in inverno ma credo fosse passato da poco il natale. Ricordo solo che c’era una pista di pattinaggio sul ghiaccio in una piazza! *__* Buona notte! 🙂

      Liked by 1 persona

    L'OrsaNelCarro Travel Blog ha detto:
    15 giugno 2017 alle 14:07

    Hai detto Orsi? Allora devo andarci in pellegrinaggio! 😛 Scherzo, Berna l’ho vista ma ero proprio piccola e ne conservo solo dei ricordi sbiaditi. Ero molto vicina ad andarci questa estate ma ho perso l’occasione. Occasione che non mancherà!
    Nel frattempo segno il tuo post 😉
    A presto!

    Mi piace

      Se puoi sognarlo, puoi farlo ha risposto:
      16 giugno 2017 alle 23:53

      Uh sí, ti ci perderesti tra le riproduzioni di orsi! Nel periodo natalizio ricordo perfino che, sulla facciata di un palazzo, invece dei soliti “babbo natale” che si arrampicano, c’era una colonia di orsi!!! Devi assolutamente tornarci! 😀 Buona notte cara. A presto! ❤

      Liked by 1 persona

    […] via #Svizzera: Berna, la capitale silenziosa, regno degli orsi e delle fontane. — Se puoi sognarlo, pu… […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...