Cosa vedere a Segovia: l’Acquedotto romano, l’Alcazar e l’elegante Cattedrale

Come è facile notare dalla data sulla foto dell’acquedotto, Segovia appartiene a ricordi di viaggi abbastanza lontani nel tempo.

Visitai questa città mentre ero in vacanza alcuni giorni a Madrid e mi impressionarono tre cose più di tutte:

l’Acquedotto romano, la Cattedrale e il Castello.

A Segovia si arriva facilmente da Madrid, sono distanti circa un’oretta.

Trascorrere un giorno a Segovia è un piano perfetto per una escursione di un giorno da Madrid.

A Segovia sono 3 le cose per me imprescindibili da vedere.

1 – L’Acquedotto di Segovia

L’Acquedotto di Segovia è il simbolo della città, al punto da essere disegnato anche sullo stemma cittadino.

Raggiunge il suo punto più alto a piazza Azoguejo ed è conservato davvero benissimo.
Ha trasportato acqua fino a poco tempo fa ed è tra quelli di origine romana conservati meglio in tutta la penisola iberica.

Viene chiamato anche Ponte del Diavolo perché, secondo una leggenda, fu il diavolo in persona a costruirlo in una sola notte, per guadagnarsi l’anima di una donna con cui aveva fatto un patto.

Leggenda dice che non ci riuscì, perché l’ultima pietra fu posata dopo il canto del gallo, quindi l’anima della donna fu salva.

2 – Cattedrale di Segovia

La seconda bellezza da vedere a Segovia è la sua Cattedrale.

Ricordo che fu la prima cosa che ho potuto scorgere a distanza al mio arrivo in città. Subito mi impressionò per la sua forma e la sua eleganza.

Sembra sia una delle ultime Cattedrali gotiche in Spagna e che, per la sua eleganza, sia anche stata denominata la Signora delle Cattedrali.

A me è piaciuta tantissimo, ma vi lascio una foto, così giudicate voi stessi.

3 – L’Alcazar di Segovia

È uno dei castelli più belli che abbia mai visto. Se avete letto l’articolo sulla mia top ten dei Castelli da visitare in Europa lo saprete già.

Purtroppo ho potuto vederlo solo da fuori perché quando arrivai era chiuso. È da allora che mi ripropongo di tornarci prima o poi, perché una meraviglia così fuori, vale una visita all’interno sicuramente.

In ogni caso, esternamente è, insieme al Castello di Neuschwanstein in Baviera di cui vi parlo sempre nell’articolo sui castelli, il mio prototipo di castello dei sogni. Quello che immagino quando penso alle fiabe che leggevo da bambina.

Sembra che, effettivamente la Disney lo abbia utilizzato come modello in alcuni film.

Segovia fu una scoperta. Non pensavo potesse nascondere così tanti tesori e, se dovessi consigliarla a qualcuno, lo farei a occhi chiusi.

Il Castello, la Cattedrale e l’Acquedotto sono tre ottimi motivi per visitarla e, se ve ne dovesse servire uno in più, vi dirò cosa non perdere a Segovia a pranzo: il maialino arrosto tipico della città (il cochinillo). Se amate la carne, è decisamente da provare.

Condividi

13 comentarios en «Cosa vedere a Segovia: l’Acquedotto romano, l’Alcazar e l’elegante Cattedrale»

    1. Buongiorno! 😀 Grazie mille, mi lasci senza parole adesso! 😛 Io devo colmare la lacuna della Francia invece perché l’ho girata ancora poco. Il mio sogno è un tour dei castelli della Loira… prima o poi, vediamo se riesco! Intanto prendo nota del tuo consiglio sull’acquedotto, così se riesco a passarci non me lo lascio scappare! Buona domenica. 🙂

    1. Ma davvero?? Ora mi incuriosisci… toccherà fare una ricerca per capire se c’è qualche ragione che collega le due cose! Ecco, ora mi hai stuzzicato la curiosità, appena ho un attimo cerco info! 😀 Sai che stranamente non sono mai stata a Salerno città? È una grande lacuna che ho… da campana non è ammissibile che non ci sia mai stata! È un po’ che ci penso, ma ogni volta che vengo da quelle parti, vengo tenuta “in ostaggio” dalla famiglia! 😀 Devo escogitare un’evasione! Buona domenica a te!

Leave a Reply

Entrada relacionada