Ricordi di Londra e non solo, tra le foto di vecchi album.

Postato il Aggiornato il

30809_391039037522_3860643_n
Giro sul Tamigi – Londra

Sono un paio di giorni che facebook mi ripropone delle foto di Londra, ricordandomi che 7 anni fa, nel 2010 esattamente, ero lì di questi tempi.

Siccome questo blog segue un po’ il flusso dei miei ricordi e delle mie sensazioni, oggi è inevitabile qualche accenno alla capitale inglese. Non darò consigli di viaggio, Londra cambia troppo rapidamente perché qualcosa che ho vissuto anni fa possa essere ancora affidabile oggi in termini pratici, però condividerò ugualmente con voi un po’ dei miei ricordi se avrete voglia di leggere ugualmente. Purtroppo con il tempo i ricordi diventano sempre più sfocati, però non tutto si perde e a volte è anche bello provare a vedere cosa resta di un viaggio dopo anni.

In realtà a Londra ci sono stata due volte: il 2010 fu la data del nostro secondo appuntamento, più di 10 anni dopo il primo. Il nostro primo appuntamento avvenne nel 1998, l’anno precedente a quello della famosa maturità per me. In entrambe le occasioni, non posso dire di averla conosciuta a fondo perché ci ho passato troppo poco tempo. Mi piace però pensare che – come tutti i primi appuntamenti – ci siamo studiate un po’ entrambe, pronte a rivederci ancora per approfondire quello che è stato solo un assaggio tra di noi. In poche parole… non c’è due senza tre, quindi spero di tornarci ancora.

La prima volta ci sono stata per una settimana, ma il viaggio prevedeva un corso di lingua in un paesino sulla costa, ad Eastbourne, quindi in realtà Londra quella volta l’ho vista soltanto un giorno grazie ad un’escursione prevista. Fu uno di quei tour rapidi in cui a malapena hai tempo di scattare una foto ai monumenti più famosi, correndo contro il tempo e senza goderteli come si deve. Tra me e lei è stato amore a prima vista ma, come primo appuntamento, è stato troppo frettoloso! 😀

In quegli anni, tra l’altro, la macchina fotografica aveva ancora il rullino, quindi ho poche foto di quel viaggio, in un album che al momento non ho qui con me. Quelle che vedete qui, le ho scattate quando ci sono tornata nel 2010.

30809_391036917522_5926140_n
Torri di Londra – Vi presento una folle, contenta per la guardia-peluche! 

Di quel primo viaggio ricordo nitidamente alcune cose: la sensazione tremenda che mi assalì la prima sera di non capire assolutamente nulla, per esempio. Arrivai presso la famiglia che mi ospitava stanchissima dal viaggio e mi resi conto che non riuscivo nemmeno a ricordarmi come si chiedeva dov’è il bagno! (Per fortuna il giorno dopo andò decisamente meglio!).

Ricordo la mia stanzetta, il mio letto di fronte ad una finestrella, in una mansarda di quelle tipiche casette inglesi coi tetti spioventi, tutte uguali, una accanto all’altra… mi affacciai e mi sembrò di essere improvvisamente stata catapultata in un film o in una fiaba. Ricordo l’entusiasmo del mio primo viaggio all’estero, del mio primo contatto con persone di altre nazionalità. Ricordo tutte le volte che la sera, tornando a casa con la mappa tra le mani, mi perdevo puntualmente tra quelle casette tutte uguali, costretta quasi sempre a tornare indietro, aiutandomi coi numeri civici per trovare quella giusta (erano davvero tutte identiche!!!).

Ricordo l’armonia che si creava nel raccontare alla mia famiglia affidataria quello che era successo durante il giorno. I buffi ma divertenti tentativi di mettere alla prova il mio inglese scolastico e anche le figuracce per le prime gaffe. Ricordo perfino che fu triste il distacco dopo una settimana… ma fu anche un’esperienza bellissima. Col senno di poi, credo che, nonostante i tanti viaggi fatti dopo, le emozioni di quella settimana lì non le ho mai più provate uguali. Altrettanto belle ogni volta, ma diverse. E poi l’Inghilterra secondo me è magica… ha un’atmosfera tutta sua. 🙂

Quel viaggio lo conservo nel cuore, in un angolino speciale. Anche perché, stando all’interno di un nucleo familiare locale, conosci di un posto qualcosa di totalmente diverso da quello che vivi normalmente da turista. Una settimana diventa intensa quasi quanto un mese… anche se vola!

A Londra però, come accennavo prima, ci son ritornata. La seconda volta, ci son rimasta un week end lungo, in cui mi sono concessa, oltre ai monumenti ben conosciuti che sarebbe ridondante citare, anche il Museo di Storia Naturale (enorme e gratuito!) e quello delle cere di Madame Tussauds (dove per entrare ho fatto la fila più lunga della mia vita!). Entrambi i musei sono impressionanti a mio parere, seppure estremamente diversi tra loro.

30809_391034592522_720099_n
Al museo delle cere con due dei miei attori preferiti – Londra

Il week end lungo da turista mi ha permesso di vedere moltissime cose che mi ero persa la prima volta ma sarebbe assurdo dire che conosco Londra e che non ho una voglia matta di ritornarci per scoprire tutte le cose che ancora non ho visto. Solo che, ogni volta che organizzo un viaggio, c’è la dura lotta tra tornare a rivedere un posto già visto per conoscerlo meglio o scoprirne uno nuovo… e di solito vince sempre la seconda!

30809_391021242522_3971505_n
Museo di Storia Naturale all’esterno – Londra

 

Ma Londra ha ancora tanto da mostrarmi quindi, non è ancora abolita dalla mia WishList. Dobbiamo approfondire la nostra storia d’amore: non può finire qui! 😀

 

30809_391080347522_3374980_n
Interno del Museo di Storia Naturale  – Londra

 

6 pensieri riguardo “Ricordi di Londra e non solo, tra le foto di vecchi album.

    Come parole di polvere ha detto:
    19 maggio 2017 alle 7:45

    Il mio romanzo si ambienta a Londra e dintorni…..pensa quanto la adoro💖🌹

    Liked by 1 persona

      Se puoi sognarlo, puoi farlo ha risposto:
      19 maggio 2017 alle 19:38

      Devo proprio venire a documentarmi sul tuo romanzo allora! ❤ Oltre che di viaggi, sono una divoratrice di libri… quindi ora mi hai incuriosita! 😀

      Mi piace

        Come parole di polvere ha detto:
        19 maggio 2017 alle 21:11

        Oh grazie….mille!!!! È in ebook su Amazon-Kindle. Si intitola Zucchero, miele e veleno di Paola Manusia…prezzo modico. Se credi contribuirai al mio sogno….mentre sto scrivendo il secondo…😋😋😋

        Liked by 1 persona

    Noolyta ha detto:
    19 maggio 2017 alle 10:18

    Anch’io ogni tanto mi imbatto in mie vecchie foto di Londra, avevo un’amica che ci viveva ed ogni volta era quasi magico per me andarci. Bellissimo periodo!

    Liked by 1 persona

      Se puoi sognarlo, puoi farlo ha risposto:
      19 maggio 2017 alle 19:42

      Ciao e benvenuta! 🙂

      Londra è bellissima ed è una di quelle città che più la visiti e più ti da la sensazione che che non hai ancora visto niente! Poi cambia rapidamente… a me sembra di trovarla sempre diversa! Non so se tu hai provato la stessa sensazione.

      Buona serata e grazie per esser passata! 😀

      Mi piace

        Noolyta ha detto:
        19 maggio 2017 alle 21:33

        Sì è verissimo, anch’io ho provato la stessa sensazione e poi ti dà la sensazione di essere un posto quasi familiare, non so. Forse perché ci sono tantissimi connazionali o comunque persone che ci passano qualche anno quindi ti sembra di essere viaggiatrice tra vari viaggiatori. Londra è dei londinesi ma soprattutto di tutti quelli che si trasferiscono cambiando vita, anche solo per un po’!

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...